Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Giornate Fitopatologiche 2018

Chianciano Terme (SI) - 6-9 marzo 2018

PRIME ESPERIENZE DI CONTROLLO DI HALYOMORPHA HALYS CON RETI ANTI INSETTO SU COLTURE FRUTTICOLE IN FRIULI VENEZIA GIULIA

Capitolo “Difesa dalle avversit√† animali” - volume primo - pag. 373-382

Autori: Luca Benvenuto, Iris Bernardinelli, G. Malossini

A partire dal 2014 la cimice marmorata asiatica (Halyomorpha halys) ha cominciato a creare gravi problemi alle coltivazioni frutticole del Friuli Venezia Giulia. Le punture di suzione provocano alterazioni nella forma del frutto e nella qualita? della polpa e in alcuni casi, cascola precoce dei frutticini. Essendo un abile volatore, questo pentatomide e? in grado di spostarsi rapidamente tra le colture e cio? rende particolarmente complicata la gestione della difesa. Il controllo di tipo chimico realizzato in pieno campo, a filari alterni oppure solo nel perimetro degli appezzamenti, non risulta essere una soluzione totalmente risolutiva e poco percorribile in ambito di agricoltura biologica; tecniche alternative, quali “attract & kill” e “trap crops”, sono ad oggi ancora approcci di difesa di tipo sperimentale, mentre una possibile soluzione da integrare anche con la difesa chimica sono le reti multifunzionali o reti anti insetto. In Friuli Venezia Giulia è stata realizzata una prova per valutare l’efficacia di tali reti come barriera fisica all’ingresso di H. halys lungo il perimetro di due appezzamenti di actinidia e melo provvisti anche di impianto antigrandine. In entrambi i casi e? stata registrata una diminuzione del danno e si e? dimostrato un metodo interessante soprattutto per i frutteti di piccole dimensioni e per quelli gestiti col metodo biologico.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata