Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Giornate Fitopatologiche 2018

Chianciano Terme (SI) - 6-9 marzo 2018

ATTIVITÀ ESTINTIVA NEI CONFRONTI DEI CLEISTOTECI DI ERYSIFHE NECATOR CON TRATTAMENTI AUTUNNALI A BASE DI OLIO ESSENZIALE E DI ARANCIO DOLCE

Capitolo “Difesa dalle malattie” - volume secondo - pag. 389-394

Autori: N. Antonino, O. Grande, A. Guario, C. Lasorella

L'oidio causato da Erysiphe necator è una delle malattie più diffuse e pericolose per la viticoltura. Il patogeno può conservarsi da un anno all'altro, sia come micelio, sia attraverso organi sessuati (cleistoteci). Per il suo controllo è stata impostata una sperimentazione biennale su vite da vino in ambiente pugliese con interventi estintivi effettuati in autunno con diversi antioidici. La formazione dei cleistoteci è stata valutata mediante intercettazioni degli stessi su carta bibula inserita in imbuti installati sui ceppi, o mediante rilievo diretto su foglie prossime alla caduta. Dai rilievi effettuati è emersa una consistente riduzione dei cleistoteci nelle tesi trattate con olio essenziale di arancio dolce (Prev-Am Plus) rispetto alle tesi trattate con altri prodotti. La minore formazione dei cleistoteci ha influito anche sulle infezioni nella fase primaverile determinando un ritardo della fase iniziale delle stesse infezioni.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata