Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata

Giornate Fitopatologiche 2016

Chianciano Terme (SI) - 8-11 marzo 2016

DANNI DA INSETTI AI CAPOLINI DEL CARDO GENTILE IN SARDEGNA CON NOTE SULLA BIOLOGIA DI LARINUS CYNARAE E L. SCOLYMI

Capitolo “Difesa dalle avversit√† animali” - volume primo - pag. 375-384

Autori: L. Loru, Roberto Pantaleoni, G. A. Re, L. Sulas

La coltivazione del cardo gentile (Cynara cardunculus var. altilis) in areali mediterranei asciutti è oggetto di grande interesse per la produzione di bioenergia, la possibilità di usi mul- tipli (fibra, foraggio, etc.) e per l’ottenimento di materie prime per processi industriali di chimica verde. Ben poco si sa sulle avversità entomatiche del cardo gentile che rappresenta una coltura in pieno campo totalmente nuova per molti ambienti. Le prime sperimentazioni in Sardegna hanno evidenziato criticità non trascurabili riguardanti l’attacco di insetti, che sono in grado di compromettere significativamente la produzione di seme. Due coleotteri curculionidi, Larinus (L.) cynarae e L. (Larinomesius) scolymi, noti finora per produrre danni di scarsissima importanza su carciofo da seme, sono risultati i fitofagi chiave. L’intensità dei loro attacchi risulta più elevata di quelle riscontrate in altre aree di coltivazione del cardo gentile, sia in Italia continentale, che in Sicilia e Spagna. Le cause di queste differenze sono discusse alla luce di quanto noto sul ciclo biologico delle due specie. Parole chiave: coleoptera, curculionidae, acheni, Cynara cardunculus, coltura industriale

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata