elenco

Giornate Fitopatologiche 1998

Scicli e Ragusa 3-7 Maggio 1998

Carlit: nuova specialità  antiperonosporica a tre componenti 5 anni di sperimentazione nella viticoltura italiana

Capitolo “Funghi, batteri, virus” - volume unico - pag. 441-446

Autori: C. Garavaglia, L. Mirenna, O. Puppin

In prove di campo condotte dal 1993 al 1997 è stata verificata l'attività  della nuova miscela Carlit (benalaxyl 2,5%; fosetil-Al 35%; mancozeb 35%) a confronto con altri prodotti antiperonosporici a2 o 3 componenti. Carlit, applicato alla dose di 4 kg p.c./ha a intervalli di 14 giorni, ha assicurato un'ottima protezione sia del grappolo che delle foglie. L'elevata attività  è dovuta alla sinergia di azione dei due componenti sistemici che va ad aggiungersi a quella già  nota tra benalaxyl e mancozeb. La presenza di due composti sistemici, oltre al mancozeb, consente inoltre di allargare lo spettro al marciume nero e all'escoriosi e di ridurre il rischio di comparsa di ceppi di patogeni resistenti.
Parole chiave: benalaxyl, fosetil-Al, Plasmopara viticola, sinergia, vite.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata