elenco

Giornate Fitopatologiche 1973

Contributo sperimentale sull'azione aficida-insetticida dell'Orthene

Capitolo “Insetticidi e lotta integrata” - volume unico - pag. 279-286

Autori: A. Formigoni, G. Luccini, C. Manfrini , G. Tedeschi

Vengono illustrati i risultati di due anni di sperimentazioni (1971-1972) effettuate in Italia con l'Orthene, nuovo insetticida della Chevron Chemical Co. (U.S.A.), formulato come polvere solubile in cqua, a base di Acefale (0,S-dimetil-N-acetil-fosforoami-dotioato), dotato di bassa tossicità  per i mammiferi (DL 50 acuta orale per il ratto: 945 mg/kg).
L'Orthene usato a dosi di 37.5-56 g/hl di sostanza attiva si è dimostrato molto attivo contro l'Afide verde del pesco (Myzus persicae Sulz.), l'Afide farinoso (Hyalopterus amygdali Blanch) e l'Afide bruno del pesco (Brachycaudus persicae B.d.F.) oltre che contro l'Afide verde del melo (Aphis pomi De Geer), la Carpocapsa e le Tortrici ricamatrici (Archips spp., Pandemis spp.), le giovani larve di Cemiostoma (Leucoptera scitella Zeli.) e di Psilla del pero (Psylla piricola Forst.).
Il suo impiego è anche particolarmente indicato per la lotta contro l'Afide verde (Myzus persicae Sulz.) che infesta normalmente le seguenti colture: patata, bietola da zucchero, tabacco, pomodoro, peperone, carciofo, garofano.

Stai cercando una relazione in particolare?

Con la ricerca avanzata puoi filtrare per titolo, anno, autore e coltura.

Vai alla ricerca avanzata